Proposta di viaggio: Vicky Cristina Barcelona

Eccoci dunque alla seconda proposta di viaggio del mio blog…Se la foto pubblicata ieri non vi fosse stata di grande aiuto (si tratta del meraviglioso Parque de la Ciudadela), vi esorto a continuare la lettura di questo post che si snoda tra le splendide calles de Barcelona!!!Monumento a Cristoforo Colombo

Due anni fa ho avuto la fortuna di trascorrere un mese a Barcellona, la splendida capitale della Catalogna e di quindi assaporare tutto quello che questa città spagnola può offrire; in questa proposta di viaggio (che verrà divisa in più capitoli a causa della lunghezza) quindi presenterò un possibile tour della città, non tanto dividendolo per giorni ma per quartieri ed attrazioni. Avendola vissuta appieno, comincerei il tour della Ciudad partendo proprio dal suo cuore pulsante: Las Ramblas, che si estendono da Plaza de Catalunya sino al porto. Percorrendole a ritroso, partirei dal porto, dove magnifico nel suo splendore si erge il monumento a Cristoforo Colombo, costituito da una colonna alla cui sommità è situata la statua del navigatore. All’interno della colonna c’è un ascensore che vi permette di accedere al belvedere, a 60 metri d’altezza, dal quale potrete abbracciare magnifiche vedute della città. Dopo un saluto al mare iniziate la risalita de Las Ramblas. Tutta questa strada è animata da artisti di strada, personaggi stravaganti e soprattutto nel periodo estivo da una miriade di turisti attirati dalla vivacità del luogo. Las Ramblas sono divise in cinque segmenti che, considerati in direzione del porto, sono denominati: Rambla Canaletas; Rambla degli Studi; Rambla di San Giuseppe dei Fiori; Rambla dei Cappuccini e la Rambla di Santa Monica. Risalendo dal porto, circa a metà de Las Ramblas sulla sinistra il Mercado de la Boqueria merita una visita “enogastronomica”: la Boqueria è il mercato più popolare di Spagna e il più grande della Catalogna con i suoi 2.583 metri quadrati e con più di 300 bancarelle. Il mercato resta aperto tutta la settimana, ad eccezione della domenica, dalle 8 alle 20:30. Se volete concedervi una deviazione poi potete svoltare a destra ed addentrarvi nel Barrio Gotico; a pochi minuti dalla Boqueria vi ritroverete in una piccola piazza (Plaza del Pì), uno dei luoghi più frequentati da pittori e artisti che vi svolgono le loro attività all’aperto, dominata dalla chiesa di Santa Marìa del Pi. Arrivati in cima a Las Ramblas non dimenticate di abbeverarvi presso la Font de Canaletes, luogo di ritrovo di abitanti e turisti. Una diceria popolare narra che chi beve l’ acqua della fontana è destinato a ritornare a Barcellona.La Boquerìa

Las Ramblas è servita da tre fermate della Metropolitana lungo la sua estensione: nella parte più a sud, vicino al monumento di Cristoforo Colombo, c’è la fermata Drassanes(Linea Verde, L3). A metà strada lungo Las Ramblas, appena fuori dal Teatro Liceu, c’è la fermata della Metropolitana di Liceu(Linea Verde, L3). Nella parte più a nord della Ramblas c’è la fermata della metropolitana di Catalunya (Linea Verde, L3)(Linea Rossa, L1). Terminata Las Ramblas si arriva direttamente a Plaza Catalunya, cuore e centro commerciale di Barcellona per il continuo viavai di macchine e persone che vi accorrono senza sosta. La maggior parte dei grandi edifici che circondano la piazza sono banche, bar, ristoranti e grandi magazzini. Davanti ad un traffico così intenso e continuo, Plaza Catalunya è un’isola pedonale, dove i turisti si possono rilassare per qualche istante contemplando le colombe che prendono cibo dalle mani dei bambini. Uscendo dalla piazza volgendo a destra iniziamo la lunga camminata sul rinomato Passeig de Gracia, una delle più importanti avenidas di Barcellona anche grazie alle opere di architettura modernista di Antoni Gaudí e Lluís Domènech i Montaner, dichiarate Patrimonio dell’Umanità. Un primo assaggio dell’arte spettacolare e stravagante dell’architetto Gaudí lo si ha ammirando Casa Batlló (http://www.casabatllo.es/it/); è curioso notare come, accanto a Casa Batlló, si trovano le opere di due grandi colleghi: Domènech i Montaner e Puig i Cadafalch.

Casa Battlo'La facciata attaccata a Casa Batlló appartiene alla Casa Ametller, opera di Puig i Cadafalch; la Casa Lleó si trova un po’ più avanti ed è opera di Domènech i Montaner. Poco oltre, dopo una raffica infinita di negozi e boutiques, si incontra Casa Milá, meglio nota come La Pedrera (http://www.lapedrera.com/ca/home), altra grande costruzione di Gaudí. Per concludere la giornata tornerei sulla Rambla per un apericena “mar y muntanya” (prendete la metropolitana a Diagonal, Linea Verde, L3, e scendete a Drassanes, Linea Verde, L3). Casa Mila

Termina qui la prima puntata di questa lunga proposta di viaggio. In settimana vi segnalerò alcune letture che vi aiuteranno a conoscere ancora meglio questa fantastica città.

¡Hasta pronto a todos!

Annunci

4 thoughts on “Proposta di viaggio: Vicky Cristina Barcelona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...